Pochette silver Janeke 1830

10:43

Red carpet, feste, eventi, gala; non manca mai. Cosa? Senza dubbio la pochette, in inglese clutch. Rigida, morbida, in pelle, rivestita di Swarovski o di tartaruga, la regina incontrastata dell’accessorio da sera è diventata, decennio dopo decennio, un vero e proprio pezzo cult, immancabile nell'armadio di ogni fashionista, prende il suo nome dal termine anglosassone "to clutch” - "stringere in mano". La storia della pochette ha inizio nel 1800, quando le donne erano solite usare delle piccole sacche in seta, ricamate chiamate reticoli ,servivano per trasportare poche cose essenziali come una boccetta di profumo, ago e filo da cucito, un fazzoletto ricamato e dei sali, in caso di un eventuale mancamento. Nel XIX secolo la pochette passò di moda per poi ritornare nel periodo della Seconda Guerra Mondiale, quando, divenne l’accessorio più popolare grazie ai minimi materiali necessari per la sua manifattura. Nel dopoguerra, in particolare all'inizio degli anni Cinquanta e Sessanta, cominciarono ad affiorare le pochette in pelli esotiche, dal pitone alla manta, al coccodrillo. E sebbene oggi le donne amino le borse capienti per trasportare le molte cose necessarie durante giornate interminabili, la sera è un ottimo momento per tornare alle piccole preziosità e aguzzare l’ingegno. Ecco dunque che si adottano portafogli flessibili, specchietti e rossetti mini per tornare all'essenziale eleganza di cui la pochette è la "ciliegina sulla torta". Dal 2000 in poi la pochette ha subito un boom, per cui innumerevoli stilisti hanno proposto diverse versioni dell’accessorio da sera più chic, memorabili sono le pochette rigide con teschio gioiello come chiusura e quelle morbide con guanto incorporato di Alexander McQueen. Quelle ispirate ai golosi macaron di Kenzo, le vere e proprie pochette gioiello nelle forme più insolite come mela, pasticcino, giaguaro e addirittura alveare di Judith Leiber, e infine quelle rigide che richiamano una busta da lettere di Yves Saint Laurent. Chanel ha addirittura creato una pochette prendendo le linee dal suo modello storico, la borsa 2.55, che diventa la "2.55 clutch". E per non rinunciare al glamour della clutch anche di giorno Trussardi, Louis Vuitton e Gucci hanno creato maxi-pochette in morbidissima pelle per completare qualsiasi outfit.
Ecco la Pochette Janeke1830 in versione argento molto fine ed elegante, sia per abbinarla a un look da sera che come beauty da trasporto :) Presto vi farò vedere gli altri prodotti che vedete in foto di Janeke 1830




Red carpets, parties, events, gala; never miss. Thing? No doubt the clutch, clutch in English. Rigid, soft, leather, lined with Swarovski or turtle, the undisputed queen accessory evening became, decade after decade, a real cult piece. This small, precious accessory, a must in the wardrobe of every fashionista, takes its name from the Anglo-Saxon term "to clutch" - "tighten in hand." The history of clutch begins in 1800, when women used to use small pockets silk, embroidered calls lattices, were used to transport a few essential things like a perfume bottle, needle and sewing thread, an embroidered handkerchief and salts, in case of a possible faint. in the nineteenth century, the clutch went out of fashion and then return during the Second World War, when it became the most popular accessory due to the minimum necessary materials for its manufacture. After the war, particularly at the beginning of the fifties and sixties, began to surface clutch bags in exotic skins from python the manta, the crocodile. and although today women love the roomy bags to transport the many things needed during endless days, the evening is a great time to get back to small preciousness and sharpen our wits. Here, then, that you adopt flexible portfolio, mirrors and mini lipsticks to return to the essential elegance of which the clutch is the "icing on the cake." From 2000 onwards, the clutch has boomed, so many designers have proposed different versions accessory to chic evening memorable are the rigid clutch with jeweled skull as closure and soft ones with built-in glove Alexander McQueen. Those inspired by macaron sweet tooth of Kenzo, the real gem clutch in the most unusual shapes such as apple, pastry, Jaguar and even hive of Judith Leiber, and finally rigid ones that recall an envelope from Yves Saint Laurent letters. Chanel has even created a clutch taking lines from its historical model, the bag 2:55, which becomes the "2:55 clutch". And not to give up even the glamorous clutch day Trussardi, Louis Vuitton and Gucci have created maxi-clutch in soft leather to complement any outfit. Here's the clutch Janeke1830 silver version very fine and elegant, is to match it to an evening look that as a transport beauty :) Soon I will show you other products that you see in the picture Janeke 1830




Janeke




You Might Also Like

0 commenti

Google+ Followers

my instagram @giusyesposito7